“Ai piedi di Giuda”. Poesie inedite di Francesco Iannone.

10656680_859011440783899_58285154_nQueste poesie inedite di Francesco Iannone dal titolo “Ai piedi di Giuda”, creano una sorta di seconda conferma per la sua poesia. Il primo libro di Iannone “Poesie della fame e della sete”, proponeva una voce ruvida, quasi “primitiva” e una voglia usurata di sfamare gli affamati e di dissetare gli assetati. Continua a leggere

“Pasta madre” di Franca Mancinelli.

pasta madre mancinelli “ Pasta madre” di Franca Mancinelli  è una lettura lenta, alla ricerca di una “voce” nascosta. Le   poesie di questo libro si muovono attraverso varie sfumature, che per una forza intrinseca e vitale creano all’interno dei testi significati molteplici e persuasivi. L’autrice parla al lettore in una lingua emotiva, calibrata e sola; perché profonda e solitaria è la figura che sceglie e scrive queste parole.  La precisione è la dimensione reale di questo lavoro. Sembra che tutto sia alla ricerca di un messaggio preciso, di un vivere comune fra uomini, animali e natura; e il corpo resta un attraversamento continuo, la miglior mappa per affrontare un mondo di luci e ombre che è il vivere stesso, la scrittura poetica al suo massimo grado: “ cucchiaio nel sonno,/ il corpo raccoglie la notte”. Ogni cosa viene vissuta nella sua ultima ora, in un impatto decisivo con la materia e la rinuncia. Nella scrittura della Mancinelli  ogni cosa dipende da un verso o dal bilanciamento di un testo. “Pasta madre” contiene un intero mondo di immagini e significati che sembrano essere sepolti nell’autrice, qualcosa di oscuro e sacro. Continua a leggere